Schützenkompanie Fleimstal Valle di Fiemme
 Schützenkompanie Fleimstal Valle di Fiemme 

Schützenkompanie Fleimstal

Via val Moena n. 4 

38033-Cavalese-TN

 

Hauptmann: Ernesto Bortolotti

Recapito: 337286423

 

Oberleutnant: Andrea Girardi

Recapito: 3402220126

 

 

www.skfleimstal.it

skfleimstal@hotmail.it

 

Sind Sie besuchen n°

Lei è il visitatore n°

rassegna stampa

Traduzione articolo da “Dolomiten”, 14-15-16 agosto 2015

 

Benedetta una croce commemorativa

Celebrazione: Gallmetzer tiene il discorso – le formazioni d’onore sparano la salva.

 

CHETA / VALLE DI FIEMME           Gli Schützen di Nova Pononte (Deutschnofen) con il Comandante Walter Pichler, quelli di di Laives (Leifers) con il Comandante Robert Silvestri, la compagnia di Nova Levante (Welschnofen)  con il comandante Manfred Kompatscher, la compagnia di Fiemme (Fleimstal) con il comandante Ernesto Bortolotti e gli Schützen di Telfs (Nord Tirol) con il Comandante Franz Grillhösl, hanno eretto una croce commemorativa a ricordo delle vittime della Prima Guerra Mondiale.

La manifestazione ha avuto luogo a Cheta nelle vicinanze di Forte Dossaccio.

Il Padre Romeo Anselmi ha celebrato la Messa in memoria e benedetta la croce posta in onore dei caduti.

Con lo sparo della salva d’onore da parte della formazione degli Schützen di Nova Ponente  e di Laives, furono anche disposte a mano alla croce delle pietre portate dai Comuni partecipanti.

Erich Pichler ha ricordato che durante la Prima Guerra Mondiale Nova Ponente e Monte San Pietro ebbero a contare 59 vittime, una di quelle fu Josef  Pichler, che morì a Cadintal a soli 19 anni.

Il Sindaco Christian Gallmetzer, ha ringraziato gli Schützen per il loro pensiero a ricordo degli Standschützen e per la conservazione  della memoria dello scoppio della Prima Guerra Mondiale  sul Fronte Tirolese Orientale, ed invita caldamente ad impegnarsi per una convivenza uno vicino all’altro ed in buona  armonia:  ha detto “ Impegnamoci convinti tutti  e in tutte le parti dell’odierna euro-regione Tirolo (Tirolo –Sudtirolo – Trentino), per una pacifica convivenza ai gruppi etnici con lo scopo  di conservare la pace e la libertà”.

Nell’ambito della festa furono portate parole di saluto anche da Maria Bosin  Sindaco di Predazzo,  Silvia Clementi presidente del Consiglio Comunale di Laives, Marcus Dejori Sindaco di Nova Levante e da parte di Marco Larger Sindaco di Castello – Molina di Fiemme.

 

FESTA DI RIFONDAZIONE DELLA SCHÜTZENKOMPANIE DI FIEMME

 

 

30/08/2008

 

 

CAVALESE. Grande spiegamento di bandiere e di cappelli piumati ieri mattina a Cavalese per la festa di rifondazione della Schützenkompanie di Fiemme. L’evento ha preso il via con la sfilata dal piazzale delle funivie fino davanti alla chiesa dell’Assunta dove è stata celebrata la messa. Una vera e propria festa, allietata dalle note della banda musicale di Tesero e dalla banda di Telve Valsugana.

Alla manifestazione hanno preso parte ben oltre 80 compagnie di Schützen provenienti oltre che dal Trentino, anche dall’Alto Adige dal Tirolo e con ben 5 rappresentanze provenienti dalla Baviera. Una cerimonia molto sentita e commovente che è stata onorata dalla presenza di numerose autorità.

Nel corso della messa celebrata dall’ex parroco di Molina Padre Angelico Boschetto è avvenuto anche il giuramento della nuova compagnia degli Schützen di Fiemme, guidati dal capitano Ernesto Bortolotti di Molina e dal vicecomandante tenente Rodolfo Weber di Castello. Il celebrante poi ha provveduto a benedire la bandiera salutata con le parole d’onore della madrina Ingrid Vanzo, che ha provveduto ad appendere lo stemma della Magnifica e l’emblema della Madonna Addolorata, simbolo di Fiemme, mentre il numeroso pubblico intervenuto ha sottolineato l’evento con un caloroso applauso. «Che il Sacro Cuore di Gesù, simbolo e custode degli Schützen - ha detto il comandante della Compagnia rifondata Ernesto Bortolotti nel discorso di saluto - ci guidi sempre nel nostro operato e ci aiuti a difendere i valori fondanti delle comunità alpine».

 

 

Schützen, festa di rifondazione

 

 

 

CAVALESE.Da alcuni anni anche in val di Fiemme è stata fondata la Schützenkompanie Fleimstal, guidata dal capitano Ernesto Bortolotti di Molina. Vicecomandante è il tenente Rodolfo Weber di Castello, mentre la segreteria è affidata a Romina Tomasini di Molina. Il gruppo degli Schützen fiemmesi ha intenzione di organizzare per il 28 e 29 giugno la Festa di rifondazione della compagnia. Il programma di massima prevede l'apertura della festa alle 20.30 del 28 giugno nel tendone che sarà allestito nel piazzale delle funivie a Cavalese con la serata danzante. Domenica 29 giugno invece è previsto il ritrovo delle compagnie nel teatro tenda a cui seguiranno l'allineamento e la sfilata fino al Parco della Pieve, dove alle 10.30 sarà celebrata la messa con la benedizione della bandiera. Alle 11.30 sono previsti anche i discorsi di saluto delle autorità, mentre alle 12.30 la manifestazione si concluderà con la sfilata delle compagnie per le vie di Cavalese. Seguiranno quindi il pranzo e l'intrattenimento musicale.
Il comandante degli Schützen di Fiemme Ernesto Bortolotti ha anche annunciato che è allo studio, per sabato 28 giugno, una simulazione della storica battaglia napoleonica avvenuta nel 1797 tra Castello e Cavalese tra le truppe austriache e quelle francesi.

 

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© Compagnia Schützen Valle Di Fiemme Via Valle 4 38033 Cavalese